World in Progress (WiP) è un innovativo progetto formativo pensato per offrire agli studenti universitari italiani l’opportunità di confrontarsi in prima persona con alcune delle principali sfide che le relazioni internazionali presentano oggi. WiP ha un forte carattere esperienziale, articolandosi in una serie di study visits nei quali gli studenti diventano protagonisti del dialogo con esponenti della diplomazia, di think tanks internazionali, di esperti in relazioni internazionali ma anche di staff members di organizzazioni internazionali, ONG e società civile.

WIP è un percorso di conoscenza realizzato attraverso una serie di esperienze sul campo che vi porterà dalla Casa Bianca al cuore della diplomazia russa, dal campo rifugiati della Palestina alla base KFOR in Kosovo, dal Patriarcato di Pec a Gerusalemme.

Camminare per le strade di Mosca, pranzare in una tenda di beduini nel deserto della Cisgiordania e incontrare rifugiati. Mettersi nei panni di vincitori e vinti in guerra, fra cui minoranze che hanno bisogno di protezione. Viaggiare nel tempo per scoprire contesti nei quali i diritti che consideriamo acquisiti non sono affatto dati per scontati. Valutare i risultati delle politiche intraprese da organismi internazionali quali l’ONU, la NATO, l’OSCE e l’Unione Europea, e dell’azione del FMI e della Banca Mondiale. Toccare con mano cosa vuol dire lavorare per la protezione dei diritti umani, e quante difficoltà presenta la ricostruzione di un paese dopo un conflitto. Infine aprirsi ad un’elaborazione critica di quanto visto e appreso nel corso del viaggio. Tutto questo è World in Progress.

Partecipare al programma World in Progress significa:

Entrare nel vivo di realtà internazionali complesse attraverso il contatto con i principali attori coinvolti

Andare oltre rispetto a quanto appreso sui libri per mezzo di esperienze dirette sul campo

Orientarsi nel mondo della cooperazione internazionale e aprirsi a ipotesi di nuovi percorsi professionali

Riconsiderare le proprie convinzioni misurandosi con culture ed interessi diversi

Nello specifico, i percorsi World in Progress offrono l’occasione di:

capire cosa sono i processi di peace building e state building, approfondire la conoscenza della protezione dei diritti umani e delle minoranze, valutare il ruolo delle Nazioni Unite e della comunità internazionale nel garantire pace e sicurezza, comprendere le dinamiche del rapporto Washington- Mosca, analizzare le relazioni euro-atlantiche alla luce della nuova Presidenza USA, incontrare sul campo staff delle Nazioni Unite, OSCE, EU, NATO.

Cosa NON è World in Progress

  • una serie di viaggi turistici
  • l’occasione per rivendicare orientamenti politici ed ideologici